Quando si parla di fotografia d’interni la prima cosa che viene in mente è l’immagine di una casa…

A seguire i locali di alberghi, B&B e strutture ricettive in generale!

Molto più difficilmente si pensa a locali commerciali soprattutto se si parla di negozi e capannoni vuoti!

Eppure anche quelli sono interni, industriali, ma interni!

Quando devono essere messi in vendita anche questi immobili vanno VALORIZZATI con una fotografia professionale!

Certo, il messaggio finale sarà diverso, non ci sarà bisogno di creare emozione come si dovrebbe fare con una casa, ma è importante avere una immagine chiara di tutti gli ambienti!

Chi cerca questo tipo di costruzioni è un imprenditore, deve capire subito le potenzialità del capannone, ma come può se le foto sono non correttamente illuminate, se ci sono le verticali storte e così via?

Dovrebbe usare l’immaginazione, ma come puoi immaginare, non è che abbia del tempo da perdere!

Potrebbe ovviamente vederlo di persona, ma anche lì, non è che può andare a vedere tutti i capannoni che sono in vendita, foss’anche in una zona ben precisa!

Mostrando invece immagini chiare, correttamente illuminate con le linee perfettamente dritte, raccontando gli ambienti riuscendo a far “camminare” all’interno del capannone, l’imprenditore potrà capire con maggior precisione de quell’immobile fa o meno per lui!

Allora sì che andrà a vedere quello che gli sembra più adatto, senza perdere tempo con quelli che sicuramente NON fanno per lui!

Anche qui ci saranno fotografie di dettaglio che saranno molto importante per il racconto!
Ovviamente, non saranno dettagli emozionanti, ma dettagli come potrebbe essere un quadro elettrico nuovo, o una caldaia di ultima generazione!

Ora potresti contestarmi che ci sono delle schede tecniche, con descrizioni precise dei vari locali, e avresti perfettamente ragione, ma come ho detto molte volte, l’immagine è la prima cosa che attira l’occhio!

Quindi anche nel caso di immobili industriali la prima cosa che attrarrà (o meno) l’imprenditore, sarà una fotografia!

E, esattamente come succede per le case, il rischio è che con immagini poco accattivanti, in un primo momento, l’annuncio venga ignorato!

La fotografia d’interni professionale è importante per ogni tipo d’immobile anche se, come detto in altre occasioni, sarà diversa a seconda del messaggio finale che si deve dare!

Hai questo tipo di immobili? non esitare a contattarmi per fotografarli!

Dopo tutto il caos che ha provocato la pandemia è ancora più importante riuscire a presentarsi al meglio su internet.

La gente ha paura, ma anche tanta tantissima voglia di ripartire!

Questo cosa comporta? che stanno cercando un posto dove potersi rilassare e togliere di dosso lo stress accumulato, ma VOGLIONO ESSERE TRANQUILLI di scegliere il posto giusto!

Cosa centra con le immagini?

Beh con le immagini puoi raccontare davvero tanto della tua struttura e trasmettere un senso di fiducia!

Una immagine fatta di fretta e non studiata può secondo te trasmettere fiducia?

Posso affermare che no, non la trasmette! e il perché è molto semplice, non sembra che tu abbia dato importanza a questa cosa e quindi, inconsciamente le persone penseranno che non ne darai nemmeno a loro!

E, ora più che mai, la gente ha bisogno di sentire che sei attento a loro!

Una foto ben fatta attira non solo attira l’attenzione, ma permette poi a chi la guarda di coglierne i particolari e anche la PULIZIA!

Te lo giuro anche quello!! questo per due motivi

– la macchina fotografica riesce a catturare lo sporco come pochi! (provare per credere fotografa una cosa che è sporca, ma che a occhio nudo non dai importanza e poi guarda l’immagine!)

– essendo un’immagine ben bilanciata e correttamente illuminata permetterà di vedere ogni dettaglio, cosa che una fotografia mal fatta non permetterà!

La pulizia è sempre stata importante, ma concorderai con me quando ora ti dico che è uno dei principali requisiti!

Oltre alla pulizia ovviamente oggi è necessario far capire l’attenzione che poni anche nel purificare e disinfestare gli ambienti tra un visitatore e l’altro…
Sono immagini che ora sarebbe il caso di aggiungere, ma di nuovo, se li fai velocemente è possibile che chi le guarderà possa pensare che, come sei stato frettoloso a scattare così lo sei nel fare disinfestazione!

È tutta questione di percezioni!

Mostra la tua struttura, mostra i suoi dintorni e mostra anche come hai intenzione di occuparti di loro con immagini professionali, per abbassare il livello di guardia, fargli superare le loro paure e avere fiducia in te!

Non rimanere indietro solo per avere immagini fatte frettolosamente con il cellulare, contattami per un preventivo!

Con gli apparecchi digitali si può vedere SUBITO il risultato dello scatto appena fatto, così, dopo aver scattato una fotografia, abbiamo l’abitudine di guardare come è venuta sullo schermo della macchina fotografica…

Quello che capita spesso però, è che una immagine che ci sembrava buona nel display risulta diversa a pc e spesso non ci piace, perché?

Succede perché lo schermo e retro illuminato e questa luce è ingannevole mostrandoci un’immagine che non sempre è come sembra, anche se a noi sembra bella potrebbe essere sovraesposta (troppo luminosa) e sottoesposta (troppo scura)

Guardare la foto al display è utile per vedere se abbiamo fatto una buona inquadratura e se abbiamo messo a fuoco correttamente le parti che ci interessano, STOP!

Come si fa quindi a capire se lo scatto cha abbiamo fatto è correttamente esposto?

C’è un unico modo ed è leggere l’ISTOGRAMMA!

L’istogramma è uno strumento, un grafico per l’esattezza, che ti indica con precisione quanti colori e toni diversi sono presenti nell’immagine e se ci sono zone con buchi di luce bruciati o neri troppo “chiusi”…

Tale grafico infatti ti dice dove sono distribuiti i pixel dell’immagine.

L’istogramma è suddiviso in 5 parti:

Toni molto scuri (neri), toni scuri (ombre), toni medi (esposizione), toni chiari (luci) e toni molto chiari (bianchi).

 

 

Viene spesso, per semplificare, diviso in tre parti:A seconda di com’è disegnato la tua curva saprai con esattezza dove sono e quanti pixel hai in ogni parte!

La parte delle luci è quella che raccoglie più informazioni.

Un falso mito vuole che un istogramma a “panettone” sia l’istogramma perfetto… questo non è assolutamente vero, l’istogramma perfetto non esiste perché dipenderà dalla fotografia che farai; se farai un notturno, per esempio, è palese che la curva dei pixel sarà prevalentemente nella zona dei “molto scuri”! È normale!

Quello che però possiamo sapere è quando una foto è scorretta.

Questo può capitare in due casi:

➡️ un istogramma che “sfonda” uno dei due estremi, perché significa che hai bruciato completamente i bianchi ho hai chiuso troppo i neri e questo non si recupera in postproduzione neanche se si scatta in raw!

➡️ un istogramma che non raggiunge gli estremi perché che ti sei perso dei dati, e se la parte che non tocca è l’estremo molto chiari i dati che hai perso sono davvero tanti! Se non tocchi né i neri né i bianchi significa che hai una immagine poco contrastata, molto piatta…

Un istogramma è corretto se tocca gli estremi senza sfondarli, la curva poi dipenderà dalla fotografia che vogliamo scattare!
Quando si fa una fotografia quindi la cosa da fare è leggere l’istogramma, solo quello ci dice davvero se la nostra foto è corretta o meno!

🔶Se hai qualche dubbio sul tuo modo di scattare, soprattutto per le fotografie d’interni, o vorresti proprio imparare sono disponibile a corsi one to one basta che mi contattami!